Avevo 16 anni appena…

 

Oggi inauguro una rubrica sulle icone della mia adolescenza e dintorni. Per i più giovani sarà l’occasione di scoprire autori magari sconosciuti, per tutti gli altri un piacevole tuffo nel passato. Non scriverò recensioni dettagliate, visto che di solito si tratterà di mostri sacri del genere e potrete trovare con una semplice ricerca tutto su di loro. Mi limiterò a raccontare il periodo in cui sono entrati nella mia vita e il loro effetto… nefasto o meno.

Iniziamo.

Frequentavo il 1° superiore all’Istituto Tecnico Commerciale di Vasto. La musica nella mia vita si riduceva al gracchiare della radio sull’autobus che ci portava a scuola. In verità, avevo qualcosa degli 883 e PetShop Boys (ARGHHH!) acquistati su Postal Market… Ricordo, come fosse ieri, quando un mio compagno di classe, (Domenico B. sempre sia lodato!) mosso a compassione dai miei gusti errabondi, mi fece una compilation. Quella cassetta avrebbe cambiato per sempre la mia vita. Iron Maiden, Metallica, Ac -Dc erano alcuni dei gruppi ivi contenuti. Da lì nacque una passione smisurata per il genere Heavy, con conseguenti capelloni, borchia, rivista Metal Shock e concerti in giro per l’Italia.In breve cominciai a suonare il basso elettrico, cercai, senza fortuna, di formare una rock band e m’innamoravo automaticamente solo di girl che gradivano un certo tipo di musica, con dolorose ripercussioni sulla mia vita sentimentale  :-)Tornando seri, nacque un amore incondizionato per i Metallica. Durante la mia adolescenza sono stati una specie di religione, ricordo con piacere la visione del vhs del live dei Four horseman (così furono rinominati i quattro elementi del gruppo dalla stampa specializzata) durante la lezione di religione!

Poi grazie a cagate come S. Anger e l’avanzare dell’età tutto ebbe fine. Bando alle ciance, la canzone che ho scelto è Master of Puppets, simbolo di una generazione che aveva perso Dio.

Album consigliati: Cominciate con l’omonimo album detto anche black album, poi tornate indietro, And justice for all, Master of puppets, Ride the lighting, Kill’em all.

Buon ascolto!

Advertisements

2 commenti su “Avevo 16 anni appena…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...