L’auto a gas umano esiste…

 

LA GENTE DEVE SAPERE.

La S.C.O. (Suburban Car Outlander) la prima auto a gas umano …è volata via, perché?

Gianluigi Reggia, ingegnere progettista di motori per la mitica 313, che ha lavorato per anni alla Disney , nel 2001 presentava al Motorshow di Bologna una macchina rivoluzionaria: la “S.C.O.”, una vettura con motore a GAS umano, costruita, grazie alla collaborazione con il famoso professor Charles Francis Xavier, interamente in una lega di tetrapak ed adamantio, che la rendeva leggerissima e ultraresistente.

La ricerca dell’ingegnere Reggia lo portò alla scoperta che l’essere umano rilascia mediamente da 0,5 a 1,5 litri di gas al giorno suddivisi in 11-25 flatulenze circa.

Una flatulenza è composta principalmente da gas inodori come l’azoto, l’ossigeno, il metano, il biossidio di carbonio, l’idrogeno. L’azoto è il principale gas rilasciato. Il metano e l’idrogeno sono infiammabili, perciò alcune flatulenze, se innescate, possono prendere fuoco.  Questa incredibile scoperta portò l’ingegner Reggia alla creazione del primo motore a scoppio di gas umano al mondo.

Capace di fare oltre 100 km con una sola flatulenza, poteva raggiungere una velocità di 110km/h e con una decina di flatulenze funzionava per più di 10 ore consecutive nell’uso urbano.

Dallo scarico usciva solo aria di solito di cattivo odore che deriva principalmente da una piccola percentuale di acidi grassi come l’acido butirrico (odore di burro rancido) e da composti di zolfo come il solfuro di idrogeno (odore di uova marce) .

La manutenzione era praticamente nulla, consisteva in una visita annuale presso un centro Arbre Magique specializzato nell’eliminazione del caretteristico odore di uova marce e nel mangiare tante verdure per produrre una gran quantità di flatulenze per non rimanere a secco.

Nelle città, accanto ai bagni pubblici, sarebbero stati istallati dei speciali kit con bombole che assorbendo i gas espulsi dagli utilizzatori avrebbero permesso agli automobilisti con scarsa flatulenza di rifornirsi a costo zero. Un pratico esempio di riciclo dell’energia.

La produzione doveva partire all’inizio dell’2012.

L’ingegner Reggia è stato trovato morto nel bagno di casa, pochi giorni prima dell’uscita sul mercato, i medici parlano di infarto dovuto allo sforzo… il professor Xavier è scomparso.

I dirigenti della S.C.O. Reggia Italia S.r.l. rimandano l’inizio della produzione a data da destinarsi.

Se ci mettiamo tutti a fare girare queste informazioni, ci vorrà poco a creargli un bel casino…

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...