[Rece] Le ragazze nello studio di Munari

E’ passato un po’ di tempo dall’ultima recensione di un fumetto su queste pagine, riprendo il discorso con un’autore scoperto da poco, Alessandro Baronciani, un’artista capace di disegnare “l’infinita leggerezza presente in ogni ragazza”. Iniziamo!

Il mio primo incontro con Alessandro Baronciani è avvenuto grazie alla copertina realizzata per la ristampa dell’album d’esordio dei BaustelleSussidiario illustrato della giovinezza.” Per il sottoscritto è stato “un vero colpo di fulmine”.

Ordinai la t-shirt con l’illustrazione realizzata da Alessandro direttamente dal sito dei Bau, purtroppo la maglietta non è mai arrivata…(SIGH! Bau! voglio la mia maglietta!!!)

Da allora m’interessai alle opere di Alessandro, seguendolo sul suo blog e quella che state per leggere è la recensione di una sua graphic novel singolare, coraggiosa e ricolma di cultura e amore.

 ” Le Ragazze nello studio di Munari.”

 edito da BlackVelvet

240 pp. 

19 euro.

Sinossi: Fabio, libraio e collezionista di libri usati e antichi e grande appassionato di Munari ci racconta la fine di una storia anzi tre. Tre relazioni con tre ragazze diverse finite contemporaneamente.

Se c’è una cosa che amo trovare nelle mie letture sono le citazioni e i riferimenti culturali, pop, musicali, etc… nel suo lavoro Alessandro va oltre, creando un vero tributo a Bruno Munari. Usa gli insegnamenti del genio visivo per parlare d’ amore, delle diversità tra uomo e donna , di come conquistare una ragazza, del passaggio dall’adolescenza all’età adulta e viceversa, ma non solo, si parla di cinema, di libri, dell’importanza dei colori e tanto altro.

A ogni lettura si coglie un particolare, una sfaccettatura, potrei dire che il libro cresce d’intensità a ogni lettura insieme alle conoscenze del lettore.

Per realizzare tutto questo rispolvera la “Cartotecnica”. Immagino vi starete chiedendo cosa sia. Ricordate i libri che sfogliavate da bambini? Dai quali all’apertura della copertina spuntavano castelli, draghi o pecore pronti ad essere toccati dalle vostre mani sporche di nutella?

Ecco, il nostro usa questa tecnica per creare sensazioni visive, tattili, emozionali, riuscendo a solleticare le corde del bambino curioso che dorme inquieto dentro di noi.

Sul disegno ho poco da dire, non sono un artista e quindi non posso giudicare la tecnica del nostro, ma raramente ho trovato qualcuno capace di esprimere la dolcezza, la sensualità, il mistero che si nasconde dietro allo sguardo di ragazze alle prese con il sentimento più importante e tagliente che conosciamo. L’amore. Consigliatissimo.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...