[Rece] La Redenzione del Samurai

Esce in questi giorni in tutte le edicole La Redenzione del Samurai.

Un albo autoconclusivo di 114 pagine in b\n per la collana “LE STORIE” edito dalla Bonelli a soli 3,50. Eccovi la recensione, fresca fresca!

Alla sceneggiatura abbiamo, rullo di tamburi, la rockstar del fumetto italiano, il blogger più seguito e antipatico della rete, Mrrrrrrrrrr Roberto Recchioni alias Rrobe!

Alle chine il bravissimo Andrea Saccardi, che fino ad oggi non conoscevo. Mea culpa.

Confesso che ho comprato “La Redenzione del Samurai” per la presenza del Rrobe, che seguo da qualche tempo sul suo blog, dove ho avuto modo di apprezzare il suo “occhio” nel cogliere pregi e difetti di qualsiasi tipo d’opera, siano fumetti, film, videogiochi, porno…

In questo fumetto riversa la sua passione per il mondo dei Samurai, esaltando concetti come onore, dovere, sacrificio, scegliendo di muoversi su binari a metà tra realistico e fantastico in un equilibrio perfetto, dove assistiamo al viaggio del giovane samurai Tetsuo alla ricerca del proprio maestro Jubei, reo di aver tradito il proprio Signore Feudatario e condannato per questo a fare Harakiri.

Una storia apparentemente semplice e lineare, che racchiude in realtà il meglio del mondo del fumetto e non, con riferimenti ai migliori manga e al cinema dei samurai, scritta da uno che conosce bene i “ferri” del mestiere. In 114 pagine abbiamo i già citati samurai, i ronin, il vecchio saggio, i ninja, le metafore, in pratica tutto quello che nell’immaginario comune era il Giappone medievale.

Il lavoro certosino del Rrobe sarebbe stato vano senza una persona capace di mettere su carta tutto il ben di dio che vi ho elencato, e qui arriva la maestria e la personalità dal bravissimo Accardi, difronte alla vignetta a pagina ottantasei sono rimasto senza parole come non mi accadeva da tempo. Applausi.

Come avrete capito il fumetto dell’accoppiata Recchioni\ Accardi mi è piaciuto molto, è stato capace di farmi guardare con una certa curiosità le prossime uscite di casa Bonelli. E vi assicuro non è cosa da poco.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...