[Rece] Dylan Dog “Mater Morbi”

Mater Morbi

Da ragazzino Dylan Dog era Il fumetto. E’ stato un compagno fisso per quel periodo strano e difficile che è l’adolescenza. Ad un certo punto per svariati motivi ho lasciato Dyd per dedicarmi ad altro.

A distanza di un decennio sono tornato a comprare un’albo dell’indagatore dell’incubo. L’autore è Roberto Recchioni alias il Rrobe, a detta di molti uno dei migliori sceneggiatori sul mercato italiano.

Vediamo come se l’è cavata con l’indagatore dell’incubo.

Dylan si ammala di un male oscuro e apparentemente incurabile. Ricoverato in ospedale si troverà ad affrontare un nemico di cui anche il Diavolo ha paura. Mater Morbi. La madre di tutte le malattie.

L’autore sceglie di affrontare un tema scottante come la malattia ed il calvario che ne segue, con uno stile intimo e personale (Recchioni ha avuto seri problemi di salute), proponendoci un Dylan in fin di vita, che man mano che peggiora sprofonda nelle viscere di un ospedale sporco e macilento, dove operano infermiere e medici viscidi e affamati, pronti a saziare la loro fame con il dolore dei pazienti.

L’incontro con Mater Morbi lascia spiazzati, è una pheeega da paura, una scelta originale che viene parzialmente rovinata dall’epilogo romantico – Emo.

Mater mette in mostra due seri argomenti per ammalarci.

Mater mette in mostra due seri argomenti per convincerci a rimanere con lei.

Da sottolineare i forti riferimenti all’eutanasia e l’autodeterminazione, con lo scontro tra i due medici che curano Dylan nella fase terminale della malattia. Una scelta coraggiosa da parte della Bonelli che mi ha ricordato il periodo d’oro, quando trattava temi scottanti senza veli.

A conti fatti si rivela un buon albo che ricorda i bei tempi andati, non un capolavoro a causa di qualche scivolone di troppo che si poteva facilmente evitare ( Mater Morbi che si sente sola soletta e Dyd che se la ciula per consolarla…).  Nostalgico.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...