[Rece] Baustelle Fantasma

baustelle

Il primo impatto con Fantasma, il nuovo album dei Baustelle, è stato tutt’altro che entusiasmante.

Ero lì che ascoltavo la lagna proveniente dalle casse e pensavo ” Cavolo, ho già comprato i biglietti per il concerto all’Auditorium di Roma, e ora?”.

Poi,  giorno dopo giorno, ascolto dopo ascolto mi ha svelato la sua preziosa bellezza, nascosta dietro le tenebre di un lutto, del tempo che passa e che non torna più. Continua a leggere

Sanremo 2013 visto dal DanZ! La Vendetta!

sanremo 2013

Eccoci qui…

Mengoni. L’essenziale.

Si presenta con un procione in testa. Al secondo ascolto conferma le mie impressioni, brano mediocre, sicuramente meriterà qualche passata in radio ma niente di più. Voto: Stop alla violenza sui Procioni.

Elio e Le Storie tese.  La canzone mononota.

Gli Elio, tecnica, follia e il pinguino Vodafone! Voto: DOOOOOOOOOO!

Malika Ajane.  E Se poi.

La donna gatto a Sanremo. Confesso che avevo discrete aspettative sulla sua performance,  la voce non delude, ma ho trovato il brano deboluccio, forse merita più ascolti per crescere. Comunque più la guardo, più non capisco se mi piace, nel frattempo continuo a fissarla. Voto: Ipnotica.

Marta sui tubi. Vorrei.

Brano orecchiabile, confermate le impressioni della prima serata. Voto: Vorrei, ma non posso.

Chiara. Il futuro che sarà

La Zingarata pop cresce di qualità al secondo ascolto, forse gli manca quel non so chè per esplodere o forse ho solo troppo sonno. Si sente la mano del Francesco “Baustelle”Bianconi.  Voto: Chiedi al mago Otelma.

 Max Gazze. Sotto casa.

Ragassi ero in bagno a fare la cacca. Scusa MaX.

Annalisa.

Wow che bedda che sei, si proprio bedda!!! Usciamo? Il brano? Lasciamo stare, chi te l’ha scritto era invidioso della tua bellezza. Voto: L’autore ti odia, contattami!!!

Maria Nazionale. E’ colpa mia.

Non so voi, ma piango. Lacrime napulitane bis. Voto: E’ colpa TUA!

Simone Cristicchi. La prima volta che sono morta.

Filastrocca molto carina, brano orecchiabile, facile hit radio. Peccato per il testo buonista, vabbò è Cristicchi a Sanremo,  la morte la possono cantar solo i poeti del male. Voto: Baudelaire ti cerca.

Modà. Se si potesse non morire

Se ti piacciono i Modà soffri di chiattonite. Sappilo. Voto: Ah Francè ascoltandoti ringrazio il Signore di aver creato la Vita e soprattutto la Morte.

Daniele Silvestri. A bocca chiusa.

Al secondo ascolto la canzone del Compagno Silvestri mi ha convinto. Niente male. Voto: Bandiera Rossa la Trionferà!

Almamegretta.

Quando ero ragazzino mi trovavo, non so come, non so perchè, ogni sacrosanta estate a un concerto degli Almamegretta, sudato,con la bottiglia di birra incollata ad una mano ad aspettare con l’altra che qualcuno mi passasse il sacro Cannone.

Mentre il Raiz borbottava in una lingua a me sconosciuta, c’era sempre la fatidica domanda della tipa reggae feeega comunista di turno, (conosciuta pochi minuti prima grazie alle magie del sacro cannone): “Aho’ So’ proprio bravi! Vero?”  E io,  molleggiando sulle gambe con la flessibilità di Pinocchio, annuivo alzando la birra al cielo.

Ma oggi finalmente posso togliermi uno svizio: GLI ALMAMEGRETTA MI FANNO CAGAREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!! Voto: Fammi fare un tiro compà!

Raphael Gualazzi.

Dopo l’esibizione di Raphael è partita la pubblicità della Tatangelo. La musichetta mi si è infilata nel cervelletto e ho dimenticato in un lampo il brano di Gualazzi. Potere del marketing. Voto: Compra Coconuda.Tutto un altro Stile.

‘Notte!

Sanremo 2013 visto dal DanZ!

sanremo 2013

 Anche quest’anno, non ho saputo resistere alla tentazione ed eccovi la mia live review dell’italico festival canoro.

Dopo l’omaggio a Verdi sul “Va’ Pensiero” si inizia!

Fazio introduce Luciana Littizzetto, che arriva in carrozza e “sale” sul palco come Monti.

Letterina iniziale letta dalla Luciana molto divertente, zeppa di riferminenti a LUI, inizio pepato, niente male.

Novità di quest’anno, ogni cantante presenterà due canzoni, il pubblico da casa e i giornalisti in sala voteranno la migliore, o la meno peggio… Continua a leggere

[Rece] Un polpo alla gola.

Un-polpo-alla-gola

Seconda opera dell’astro nascente dei fumetti, Zerocalcare, aperta parentesi, esempio vivente di come con un uso intelligente della rete, competenza e passione, si possa creare lavoro ed emergere, aldilà di tutte le scuse del mondo. Chiusa parentesi.

Dopo il bell’esordio con “La profezia dell’armadillo“, Calcare torna, più in forma che mai, con un volume in b\n “Un polpo alla Gola” edito da quei geni della Bao. Con una storia di crescita, sensi di colpa e tanto umorismo. Continua a leggere