[Rece] Il lato oscuro della luna.

il lato oscuro della luna

Dopo una lunga assenza torno per i pochi prescelti che mi seguono a scrivere cagate, oggi voglio parlarvi del nuovo numero, il 5 per la precisione, di Le Storie edito dalla Bonelli. Per quei quattro gatti che non lo sapessero Le Storie sono dei fumetti mensili autoconclusivi di 114 pagine in b-n slegati uno dall’altro,  venduti a soli 3,50.

Dopo il Giappone, l’onore e la violenza de “La redenzione del Samurai” oggi voglio consigliarvi Il lato oscuro della Luna di Alessandro Bilotta e Matteo Mosca.

Se volete saperne il motivo proseguite dopo il salto.

Trama: Il 19 novembre 1963 Lloyd Clark ha coronato il suo sogno: a bordo della Selene 7, in compagnia di altri due astronauti si sta dirigendo verso l’orbita lunare per una serie di esperimenti. Il 22 novembre 1963 viene comunicato all’equipaggio che il Presidente degli stati uniti John F. Kennedy è stato assassinato. Da quel momento la spedizione comincerà a prendere una strana piega. (fonte: Spaziobianco.it)

lato oscuro2

E’ difficile definire il genere di appartenenza di questo fumetto, che mischia storico, riproducendo uno spaccato dell’America a ridosso della Seconda guerra mondiale, romanzo di crescita, con i frequenti flashback del protagonista che lo riportano bambino quando insieme al fratello giocavano a fare gli esploratori spaziali e infine fantascienza anni ’60, con entità aliene che tirano i fili invisibili degli eventi.

L’autore è stato bravissimo a mischiare le parti ambigue e paranoiche ambientate sulla navicella spaziale(che mi hanno ricordato non poco il film Moon) ai flashback da bambino, dove grazie anche all’ottimo lavoro del disegnatore Matteo Mosca, sprofondiamo letteralmente in un estate dell’America anni ’40, dove conosciamo il triste passato del protagonista e l’amore che lo legava al fratello maggiore che lo porterà a diventare astronauta.

lato oscuro

Il fumetto ha il pregio di svelare ad una seconda lettura particolari e indizi che inizialmente potevano sfuggire, oltre ad avere una struttura che intreccia inizio e fine, mischiando realtà e fantasia, lasciando al lettore decidere cosa sia reale. Rimane un pizzico di amaro per il finale che lascia aperto qualche buco di troppo, dovuto probabilmente non ha un errore di sceneggiatura ma al poco spazio a disposizione.

Se in questi giorni capitate in edicola, abbiate coraggio e addentratevi nel lato oscuro della luna. Biglietto di solo andata.  Citazione: Da qui la Luna non tramonta mai.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...