[Mini Rece] 300 L’alba di un Impero

artemisia-in-300-lalba-di-un-impero

Premessa: Non avevo alcuna voglia di vedere questo film, ma purtroppo Snowpiercer è introvabile in Culonia (Il luogo dove vivo). Quindi, mio malgrado, sabato sera ho ripiegato sul seguito dell’epopea greca in salsa fumettosa.

Inizia il film, uomini muscolosi in mutande si aggirano sullo schermo e mi guardano schifati mentre ingurgito i popcorn, trattengo il fiato per non mostrare la mia panza, ma i fieri ateniesi hanno altro di cui preoccuparsi, guidati dal prode Temistocle si lanciano in battaglia contro gli invasori, i temibili Persiani.

Mentre cerco di smaltire il senso di colpa per le schifezze ingurgitate, arriva la prima sorpresa, tanta, ma tanta violenza gratuita, e a ben guardare anche la regia non è affatto malvagia, anzi francamente non ricordo in vita mia di aver visto dei combattimenti navali così ben ricostruiti e  udite udite, abbiamo anche una cattivona (Artemisia) con i controcazzi,  mena come un fabbro e non si vergogna a usare solidi (due solidi per essere precisi) argomenti per convincere gli ateniesi a capitolare.

E poi il nostro eroe, il prode Temistocle, mentre il sangue scorre a fiumi colorando di rosso il mare in tempesta, decide di togliersi l’elmo e dire una cagata, e bon, ti cala la palpebra.

Quelli bravi potrebbero, guardando questo film, scrivere un manuale sul come rovinare un buon film semplicemente sbagliando la scelta dell’attore protagonista (Sullivan Stapleton), quando nel precedente film, vedevi Gerard Butler nei panni di Leonida, ti si rizzavano i peli ed eri pronto a scendere personalmente in battaglia, mentre con il buon Stapleton, non ti rimane altro che sperare che non si tolga quel cavolo di elmo, ma niente, sul più bello se lo sfila e ti ritrovi a guardare lo schermo chiedendoti chi cazzo è questo. E’  incredibile come sia capace di far svanire l’immersione nella storia, e non perché sia un cane a recitare, ma semplicemente gli manca quel dono di natura che pochi attori hanno, il Carisma, e in un film che vuole essere epico, non è un difetto da poco…

Con l’elmo.

Senza Elmo.

[Rece] Elysium

Elysium

Sarò breve. Elysium non è il degno successore di quel piccolo gioiellino di District 9. Perchè ?

  1. la storia narrata l’avete già vista in millemila film, fumetti, videogames etc…
  2. Non è il capolavoro che DOVEVA essere.
  3. Nelle scene di combattimento e solo nelle scene di combattimento il regista viene colto dal morbo di “parkinson” aka usa la shaky cam e “nun si capisce una mazza o quasi”.
  4. E’ la fiera del “MACCOSA”
  5. Nel finale compare Beppe Grillo e il film va in vacca totale…

E ora 5 motivi per cui Elysium merita comunque una visione:

  1. Non tutti hanno visto – letto – giocato i millemila film, fumetti, videogames etc…
  2. Meglio di tanta spazzatura vista ultimamente (chi ha detto Prometheus?)
  3. Un favoloso mecha design da guardare e riguardare.
  4. Il regista realizza un futuro credibile e dopo 5 minuti di visione ti concentri sulla storia.
  5. Matt Damon è la versione maschile di Battle Angel Alita e mena come un fabbro.

Un film che se dal lato visionario conferma le ottime doti del regista Blomkamp, pecca in alcune scelte nella sceneggiatura e sopratutto nella debolezza dello scontro tra ricchi e poveri, a tratti inverosimile, che non trascina emotivamente come dovrebbe lo spettatore a seguire le avventure di un Matt Damon operaio, eroe suo malgrado.

Tutto sommato accettabile. 

 

[miniRece] Pacific Rim

pacific rim primo trailer

Cominciamo da lontano. Negli splendenti anni ’80, c’era un appuntamento fisso a cui non potevo mancare, dalle 17 in poi su Telenorba, un canale privato, trasmettevano i cartoni animati giapponesi, li è nato il mio amore per Mazinga, Goldrake, Daltanius, Gordian , Daitarn 3 e tanti altri.

I protagonisti, per chi non lo sapesse (#bruttagente) erano colossali Robot, pilotati solitamente da un’eroe figo, e rappresentavano l’ ultimo baluardo dell’umanità contro l’invasore alieno di turno.

Nascosti, ma non troppo, tra un’alabarda spaziale e un attacco solare, vi erano valori come amicizia, lealtà, sacrificio, onore che, inconsapevolmente assorbii come una spugna e mi accompagnano ancora oggi.

Tornando a Pacific Rim di Guillermo Del Toro, dopo la visione di ieri sera non ho dubbi che anche il regista abbia passato molti dei suoi pomeriggi da bambino a guardare i nostri eroi di metallo (ma dal cuore umano) combattere per salvare la terra.

Un film epico, che mi ha emozionato, riportato ragazzino e estraniato dal mondo per due ore.  Andate a vederlo.

p.s. a cercare il pelo nell’uovo avrei eliminato i siparietti comici dei due scienziati che ho trovato abbastanza fuori luogo e magari dato più spazio agli altri piloti di Jaeger .

pacific_rim_banner-wide

[Rece] Le Streghe di Salem

le-streghe-di-salem_cover

Sono un ammiratore di Rob Zombie, fin dal suo esordio con La casa dei mille corpi, film ricolmo di tributi d’amore all’Horror degli anni’80, e ho osannato e adorato il successivo e maturo The Devil’s Rejects (il titolo italiano mi rifiuto di scriverlo…)

Poi, c è sempre un poi , è arrivato il remake di Halloween, di cui ricordo solo la mia faccia da ebete all’uscita dal cinema. Il seguente Halloween 2 non è mai giunto davanti ai miei occhi. Quando ho saputo dell’arrivo al cinema di Lords of Salem (Le streghe di Salem in Italia…ma chi traduce i titoli cosa si fuma?) , film low budget, dove Zombie avrebbe dato libero sfogo alle sue fantasie, il livello di Hype è salito a tremila.

Ieri, quando mi sono alzato dalla poltrona, la foto che potete vedere qui sotto era la situazione in sala. (C’era una coppietta che dormiva beatamente abbracciata, purtroppo non ho avuto la scaltrezza di fare una foto al volo).

donna-che-dorme-al-cinema

Per la maggior parte di voi basterà l’immagine qui sopra per sconsigliarne altamente la visione, per quei pochi curiosi e coraggiosi, tuttavia il film di Zombie ha diverse cose da salvare : una bella fotografia, un’atmosfera da film sudicio, blasfemia a iosa, riferimenti alla cultura e musica Metal degli anni d’oro, il culo di Sheri Moon.

Purtroppo il buon Rob stavolta ha spiccato il volo, forse osando troppo, non curandosi della plebe, scordandosi che tra una blasfemia, un look davvero curato, un trip acido, ci vuole anche una storia, un bau bau, che ci accompagni e guidi fino alla fine.

Film per pochi. Peccato. Se non altro uscendo dal cinema vi ritroverete a discutere con i vostri amici dei pro e contro, sempre che non si siano addormentati prima.

[Rece] The Town

 

Oggi voglio consigliarvi un film leggermente fuori dai canoni di questo blog. Niente frattaglie sparse, niente occhi a mandorla, niente calci volanti meta carpiati, niente di tutto questo.

Oggi parliamo di The Town, film diretto e con quel bel fustacchione (almeno così mi suggerisce la mia parte femminile) di Ben Affleck.

the_town

Trama: Il film è incentrato su quattro rapinatori di banche di Charlestown, Massachusetts, capitanati da Doug MacRay (Ben Affleck). Doug è un ladro professionista che durante il suo ultimo colpo si innamora di Claire, un’impiegata della banca che ha rapinato…(fonte Wiki). Continua a leggere

[Rece] Taken (Io Vi Troverò)

Ci sono film che proprio non ti aspetti, film che solo leggendo il titolo ti vien voglia di baciare la Santanchè o autopraticarti una lobotomia.

Incredibilmente Taken (Io Vi troverò in Italia), non rientra in questa categoria, anzi è uno dei migliori film “caccia all’albanese cattivo” che abbia mai visto, forse perchè è l’unico. Continua a leggere

[Rece] Ted

 

Faccio fatica a ricordare l’ultima volta che sono andato al cinema per un film comico.

Pensandoci bene, c è stata un’unica volta. Il ricordo risale alla prima volta che andai al cinema con i miei genitori. Il film? Vacanze di Natale. La prima e l’ultima.

Probabilmente da allora ho un’avversione verso i film “che fanno ridere” (o almeno dovrebbero)…ma l’uscita di Ted, primo film girato dal creatore dei Griffin, ha rimosso  le mie paure primordiali che fino a ieri mi impedivano di spendere sette euro per questo genere… Continua a leggere

Aspettando Notte Horror 2012

Da un po’ di anni a questa parte organizzo per Halloween, insieme ad uno striminzito ma agguerrito gruppo di amici, una rassegna cinematografica all’insegna di quel nobile e profondo sentimento che è la paura.

Si avvicina la sesta (se non erro) edizione e credo sia venuto il momento di fare un riassunto dei film visti con relativo gradimento del pubblico.
Continua a leggere

[Rece] Warrior

In questo periodo ho la fissa per i film di “mazzate” a causa di quei cazzoni dei 400 calci

Durante l’adolescenza guardavo spesso queste opere di celluloide caratterizzate da una trama semplice, tanti muscoli, testosterone, un pizzico di nazionalismo, qualche bella fanciulla da salvare e, naturalmente, tante, ma tante, mazzate!  Continua a leggere

[Rece] Quella Casa nel Bosco

 

Ieri sera, uscito dalla sala dove proiettavano “Quella Casa nel Bosco”, avevo già voglia di rivederlo. Il film scritto da Joss “Avengers” Whedon e Drew Goodard, è un’ autentica gigantesca matrioska. Continua a leggere